Gli Stati Uniti hanno ridistribuito le truppe in Medio Oriente - ВиАр
Quicklists

Gli Stati Uniti hanno ridistribuito le truppe in Medio Oriente

Опубликовано :  1 week назад

ANNAworld

1.8:00

India-Cina

Il ministero della Difesa indiano ha detto che la Cina ha ridotto i suoi livelli di truppe nel Ladakh orientale. "La Cina ha ritirato circa 10mila truppe dal Ladakh orientale in connessione con l’inizio della stagione invernale. La riduzione ha interessato le truppe stanziate a 150-200 chilometri dalla linea di controllo effettivo, che funge da confine indefinito con l’India. Dispiegamento di truppe cinesi e armi pesanti nelle aree di prima linea in Ladakh è rimasto lo stesso", - il rapporto del Ministero della Difesa indiano, agenzia ANI. L’India ha anche ridotto la sua presenza militare nel Ladakh orientale. Si noti che non c’è riduzione delle truppe in prima linea. "L’India e la Cina ruotano periodicamente il loro personale militare per mantenere la loro prontezza al combattimento di fronte all’insorgere di gelate di 30 gradi negli altopiani del Ladakh", ha detto il ministero della Difesa indiano.



2. 8:00

USA-Medio Oriente-Afghanistan

Il segretario di Stato Michael Pompeo ha affermato che il ridistribuzione delle truppe statunitensi in Medio Oriente e in Afghanistan è collegato a misure antiterrorismo per garantire la sicurezza degli Stati Uniti. Lo ha detto Pompeo in un evento organizzato dalla stazione radio Voice of America. Pompeo ha sottolineato che le autorità statunitensi "stanziano così risorse per garantire la sicurezza della loro patria" e la lotta al terrorismo. Secondo il Segretario di Stato, gli ordini del presidente USA Donald Trump sul trasferimento delle forze sono finalizzati a "distribuire le risorse militari statunitensi per garantire la sicurezza della patria". Lunedì scorso, Reuters ha riferito che il Dipartimento della Difesa non aveva fermato il ritiro delle truppe statunitensi dall’Afghanistan, nonostante l’entrata in vigore del bilancio della difesa per l’anno fiscale in corso. Secondo l’agenzia, ci sono 3.000 soldati americani in Afghanistan.



3. 12:00

Nagorno-Karabakh

Il ministero della Difesa della Federazione Russa ha riferito che più di 48mila rifugiati sono tornati alle loro case in Nagorno-Karabakh. Durante il giorno, le forze di pace russe hanno scortato altre 235 persone. "Le forze di pace russe hanno accompagnato un altro convoglio di rifugiati che sono tornati alle loro case in Nagorno-Karabakh dal territorio della Repubblica di Armenia. 235 rifugiati sono stati consegnati da Yerevan a Stepanakert con gli autobus. In totale, 48 694 rifugiati sono già tornati ai loro luoghi di residenza permanente in Nagorno-Karabakh", dice il messaggio.



4. 12:00

Cina (Hong Kong) -USA

L’amministratore delegato di Hong Kong Carrie Lam, parlando con i giornalisti, ha accusato gli Stati Uniti di perseguire una politica di doppi standard e ha invitato Washington a rispettare gli affari interni di Hong Kong. Lam ha commentato l’assalto al Campidoglio da parte dei sostenitori dell’attuale presidente degli Stati Uniti Donald Trump. Ha sottolineato che in questo caso gli Stati Uniti "hanno immediatamente adottato un approccio completamente diverso per condannare la violenza", ma Washington ha sostenuto rivolte simili a Hong Kong nel 2019.





5. 16:00

Germania

L’ambasciata russa in Germania ha riferito che il vice capo dell’amministrazione presidenziale Dmitry Kozak "è arrivato a Berlino in viaggio di lavoro per partecipare a una riunione di consiglieri politici in formato Normanni". L’agenzia TASS ha riferito che "oggetto dell’incontro dei rappresentanti dei paesi dei Quattro Normanni sarà la discussione sull’attuazione dei risultati del vertice di Parigi del 2019 in termini di soluzione politica del conflitto" nell’Ucraina orientale.





6. 16:00

Bielorussia

Il presidente della Bielorussia Alexander Lukashenko ha incaricato il governo di imporre sanzioni di ritorsione contro i paesi occidentali. Le parole del presidente della Bielorussia sono citate dall’agenzia BelTa. Lukashenko ha detto questo quando ha ricevuto una relazione dal vice primo ministro Yuri Nazarov e dal ministro dell’industria Pyotr Parkhomchik.

Maria Kayumova specialmente per ANNA NEWS



0 Комментарии