Attacco alla missione diplomatica russa a Kabul - ВиАр
Quicklists

Attacco alla missione diplomatica russa a Kabul

Опубликовано :  2 months назад

ANNAworld

Il ministero della Difesa russo ha riferito che le forze di pace russe garantiscono la sicurezza dei veicoli e la circolazione dei cittadini lungo il corridoio Lachin nel Nagorno-Karabakh. "Le forze di pace garantiscono la sicurezza dei veicoli civili e il movimento dei residenti attraverso il corridoio Lachin, il trasporto di cibo e merci varie, accompagnano e garantiscono la sicurezza delle squadre di riparazione che svolgono compiti per ripristinare le strutture infrastrutturali", afferma il comunicato. Il ministero della Difesa della Federazione Russa ha osservato che più di 26mila rifugiati sono tornati alle loro case dal 14 novembre.

Il ministro degli Esteri turco Mevlut Cavusoglu, parlando alla 27a riunione del Consiglio dei ministri degli esteri dell’OSCE, ha affermato che l’accordo sul Nagorno-Karabakh potrebbe avere un impatto positivo sulle relazioni tra Ankara e Yerevan. L’incontro si è svolto in modalità videoconferenza. "L’accordo tra Azerbaigian, Armenia e Russia rappresenta una reale opportunità per stabilire la pace dopo tre decenni. Avrà sicuramente un impatto positivo sulla stabilità regionale, così come sulle relazioni azerbaigiano-armene e turco-armene", ha detto il ministro.

La portavoce del ministero degli Esteri russo Maria Zakharova ha detto che l’auto dell’ambasciata russa in Afghanistan martedì è stata fatta saltare in aria a Kabul da un ordigno esplosivo improvvisato. Si noti che il personale dell’ambasciata ha ricevuto una leggera commozione cerebrale a seguito dell’esplosione. Secondo i rapporti preliminari, l’obiettivo dell’attacco era un camioncino delle forze di sicurezza nazionali afghane con personale militare. Un’auto delle forze armate afghane ha guidato davanti a un veicolo diplomatico. Tuttavia, il ministero degli Esteri russo non esclude che l’attacco sia stato diretto contro cittadini russi. Zakharova ha chiesto alla parte afgana di "condurre un’indagine approfondita sull’incidente e adottare misure globali per garantire la sicurezza del personale delle missioni estere russe" in Afghanistan. "L’ambasciata russa a Kabul sta implementando ulteriori misure volte ad aumentare il grado di sicurezza del personale e delle strutture della missione diplomatica", si legge nel comunicato.

L’esercito russo ha condotto una pattuglia nella provincia di Al-Hasaka, nel nord-est della Siria. Lo ha annunciato il comandante del plotone della polizia militare, il tenente Alexei Fadeev. Si noti che il percorso di pattuglia passava dal villaggio di Kamyshly al villaggio di Andivar e ritorno. Lo scopo della pattuglia era studiare la situazione negli insediamenti. Il percorso di pattuglia era di circa 30 km. Le pattuglie sono state effettuate con il supporto di elicotteri dell’aviazione militare Mi-8AMTSH e Mi-35, che hanno coperto il convoglio dall’alto ad altitudini estremamente basse, e hanno anche condotto ricognizioni aeree del territorio adiacente. La pattuglia ha coinvolto oltre 30 militari e circa cinque pezzi di equipaggiamento della polizia militare russa, tra cui veicoli corazzati BTR-80 e veicoli blindati "Rys".

Il governo giapponese ha protestato contro il dispiegamento del sistema missilistico antiaereo S-300V4 del distretto militare orientale sulle Isole Curili. Lo riporta l’agenzia TASS con riferimento al servizio stampa del ministero degli Esteri giapponese. "L’ambasciata giapponese in Russia ha protestato contro il ministero degli Esteri russo, osservando che tali azioni sono legate al rafforzamento del potenziale militare russo e sono incompatibili con la posizione del nostro paese su queste isole", ha detto la parte giapponese in un comunicato. Inoltre, il Segretario generale del Gabinetto dei Ministri giapponese Katsunobu Kato ha affermato in una conferenza stampa a Tokyo che le autorità giapponesi "intendono continuare a monitorare da vicino le azioni delle forze armate russe in Estremo Oriente, compresi i territori del nord," così come l’impatto di queste azioni "nel campo della sicurezza". ... Martedì scorso, il Ministero della Difesa della Federazione Russa ha riferito che i calcoli del sistema missilistico antiaereo S-300V4 del distretto militare orientale sono entrati in servizio di combattimento sulle isole della cresta di Curii.

Il canale televisivo Al Alam, citando una fonte, ha riferito che il fisico nucleare Mohsen Fahrizadeh è stato ucciso usando armi leggere automatiche, controllate via satellite. Si noti che l’attentato è stato organizzato dai servizi speciali israeliani. Lunedì scorso, il segretario del Consiglio supremo di sicurezza nazionale iraniano Ali Shamkhani ha confermato che l’omicidio dello scienziato è stato effettuato utilizzando apparecchiature elettroniche senza la presenza degli assassini sulla scena del crimine. Inoltre, il ministro dell’informazione iraniano Mahmoud Allawi ha affermato che l’intelligence iraniana non rivelerà le informazioni in suo possesso sull’omicidio dello scienziato fino a quando non avrà "conclusioni chiare". Il ministro ha sottolineato che i servizi segreti "hanno ricevuto molte prove e stanno studiando tutti gli aspetti del problema".
Maria Kayumova specialmente per ANNA NEWS



0 Комментарии